I limiti all'eredità con testamento - Chiarissimo.com

Chiarissimo News

Pubblicato il 11/01/2018
I limiti all'eredità con testamento

Ogni persona ha diritto di fare testamento per decidere a chi andranno i propri beni dopo la morte, ma la legge non permette di escludere dall’eredità tre categorie di soggetti detti “eredi legittimari”.

Gli eredi legittimari sono il coniuge (anche separato), i discendenti (figli e nipoti) e gli ascendenti (genitori e nonni).

Il coniuge (anche separato) eredita anche il diritto di abitazione  nella casa coniugale.

Grazie al testamento dunque, si può decidere di destinare solo una parte dei beni e questa parte è decisa dalla legge in base ai soggetti che il defunto lascia in vita. La parte di eredità che il defunto può scegliere a chi lasciare liberamente si chiama “quota disponibile”.

Se il defunto con il testamento ha danneggiato gli eredi legittimari, si aprirà la successione necessaria.

Bisogna fare attenzione: faranno parte dell’eredità tutti i beni di proprietà del defunto al momento della sua morte, compresi i beni non di modico valore che egli ha donato mentre era in vita.

Chi ha ricevuto in dono dei beni dal defunto mentre egli era in vita, dunque, potrebbe doverli restituire se non fa parte degli eredi legittimari o se il valore del bene supera la quota ereditaria prevista dalla legge.

Redatto da : Giorgio