FERMO AMMINISTRATIVO: cos’è e come cancellarlo - Chiarissimo.com

Chiarissimo News

Pubblicato il 23/07/2018
FERMO AMMINISTRATIVO: cos’è e come cancellarlo

Quando una cartella esattoriale per il mancato pagamento di una multa o di una tassa non viene pagata entro il termine, il cittadino può subire il fermo amministrativo dell’automobile. Cosa significa?

Il fermo amministrativo
Il fermo amministrativo non è altro che il blocco del veicolo che può essere un’automobile o un altro bene iscritto nei pubblici registri (ad esempio una barca). Questo provvedimento può essere eseguito soltanto da una pubblica amministrazione e ha lo scopo di indurre il cittadino a pagare la cartella esattoriale che ha ricevuto.
Per essere efficace, il fermo amministrativo deve essere iscritto nel pubblico registro a cui fa riferimento il veicolo sottoposto al fermo.

Gli effetti del fermo amministrativo
Dal momento in cui viene iscritto il fermo amministrativo sul veicolo, si verificano quattro effetti:        

  • il veicolo non può circolare e se circola il conducente rischia una sanzione;
  • il veicolo non può essere cancellato dal pubblico registro e quindi non può essere demolito o iscritto nei registri di un altro Stato;
  • anche se viene venduto ad altra persona dopo l’iscrizione del fermo, il veicolo non può comunque circolare o essere cancellato dal pubblico registro;
  • se il cittadino continua a non pagare la cartella esattoriale, il veicolo può essere venduto dalla Pubblica amministrazione per il recupero della somma non pagata.


La cancellazione del fermo amministrativo
Il fermo amministrativo può essere cancellato solo dalla Pubblica Amministrazione nel caso in cui la cartella esattoriale sia stata emessa per errore oppure direttamente dal cittadino con il provvedimento di revoca della cartella esattoriale in caso di avvenuto pagamento della stessa.
La cancellazione del fermo deve essere richiesta al registro di competenza del veicolo sottoposto al vincolo.


Redatto da : Stefania