"Ti chiedo i danni!" Ok, ma che significa? - Chiarissimo.com

Chiarissimo News

Pubblicato il 13/11/2017
"Ti chiedo i danni!" Ok, ma che significa?

Ti è capitato di sentire la frase "ti chiedo i danni"? Cosa significa chiedere i danni a qualcuno?

Spieghiamo quali sono le condizioni per chiedere i danni a una persona quando non esiste un contratto. 

Tutte le volte in cui pensate di chiedere i danni a qualcun'altro, prima di arrabbiarvi troppo rispondete a queste domande. Oppure, tutte le volte in cui altre persone vi minacciano di chiedervi i danni, prima di "impanicarvi" rispondete alle stesse domande.

Danno ingiusto

La prima domanda a cui rispondere è questa: si è verificato un danno ingiusto? In altre parole, ho provocato o mi è stato provocato un danno ingiusto?

Per danno si può intendere due cose. Una qualsiasi diminuzione del mio patrimonio (danno patrimoniale), per esempio a seguito di un incidente il valore della mia macchina diminuisce. Oppure può intendersi un danno fisico e/o morale (danno non patrimoniale), per esempio a seguito di un incidente non posso più utilizzare una mano.

Per ingiusto si intende due cose. Da un lato il danno deve essere stato creato violando un mio diritto (se mi danneggiano la macchina violano il mio diritto di proprietà). Dall'altro lato il danno non deve essere stato fatto esercitando un diritto (per esempio non ho alcun diritto di passare con il rosso).

Condotta colposa o dolosa 

La seconda domanda a cui rispondere è questa: il danno è stato causato da un comportamento colposo o doloso?

Per colposo si intende il comportamento di chi, pur non volendo danneggiare nessuno, non rispetta le normali regole di comportamento (se fumo una sigaretta affianco a una tanica di benzina) o addirittura specifiche norme di legge (passo con il rosso).

Per doloso si intende il comportamento di chi intenzionalmente vuole danneggiare qualcun'altro.

Nesso di causalità

La terza domanda a cui rispondere è questa: il danno è collegato al comportamento della persona a cui si vuole chiedere i danni?

Per collegamento si intende che il comportamento ha causato quel preciso effetto, ossia il danno.

Se non è chiaro questo concetto non preoccupatevi: da quando esiste il diritto giudici e avvocati litigano sul significato di questo collegamento.

Imputabilità

La quarta domanda a cui rispondere è questa: la persona a cui si vuole chiedere i danni è capace di intendere e di volere?

Prova

L'ultima domanda è molto semplice: posso dimostrare tutte le risposte che ho dato prima?


Speriamo ora sia più chiaro il concetto. In ogni caso ricordate che la soluzione migliore è sempre la stessa: prima di fare qualcosa immedesimiamoci su chi subirà gli effetti del nostro comportamento... In altre parte "volemose bene"!

Redatto da : Giorgio