Al servizio del cittadino

La mediazione: cos'è e a cosa serve

pubblicato il 05/12/2017

Redatto da : Giorgio

La mediazione è uno dei modi alternativi di risoluzione delle controversie (ADR) prevista dal Decreto Legislativo n. 28 del 2010. In sostanza non si litiga e si cerca un accordo che vada bene a tutti. 

Grazie alla mediazione due o più persone che sono in lite tra di loro possono decidere di non andare in causa davanti ad un giudice ma di risolvere la propria controversia in modo alternativo.

Con la mediazione le parti in lite si siedono intorno ad un tavolo con i propri avvocati e un mediatore che tenta di portare i due litiganti a trovare un accordo per risolvere la questione.

In alcuni casi, se le parti non riescono a mettersi d’accordo, possono chiedere al mediatore di trovare una soluzione alla lite. 

La differenza principale con le cause in Tribunale sta nel fatto che con la mediazione nessuna delle parti ottiene “la ragione”. Non ci sarà un vincitore e uno sconfitto, ma semplicemente le parti si fanno reciproche concessioni per mettersi d’accordo. In sostanza nessuno vince affinché nessuno perda.


Per alcuni casi la legge prevede che le parti, prima di iniziare la causa fronte al giudice, provino prima a risolvere la lite con la mediazione:

Le liti condominiali;

Le liti sui diritti reali (diritti che riguardano le cose);

Le liti per le divisioni dei beni;

Le liti per le successioni ereditarie;

Le liti sui patti di famiglia;

Le liti su locazioni e affitto di abitazioni, locali per attività commerciali e aziende;

Le liti per contratti di comodato;

Le liti per il risarcimento dei danni provocati da medici o ospedali;

Le liti di diffamazione sui giornali o con la pubblicità;

Le liti sui contratti assicurativi, bancari e finanziari.


Nel caso in cui la persona che ha depositato l’atto iniziale della causa di fronte al giudice non abbia tentato prima la mediazione, rischia di vedere sospeso il processo dal giudice fino al completamento del tentativo di mediazione. 

Se le parti non trovano un accordo durante la mediazione, il processo continua di fronte al giudice.


Conosci i nostri servizi ONLINE